Namibia, oltre il Luogo comune. Videointervista con Alessandra Laricchia

Una diretta dedicata ai racconti di Alessandra Laricchia, guida safari e travel consultant, fondatrice dell’associazione Cafè Africa nonché autrice di viaggio per Armando Curcio Editore. Parleremo della Namibia, nazione dell’Africa australe affacciata sull’oceano Atlantico, solcata dai deserti del Kalahari e del Namib. Affronteremo i temi della colonizzazione tedesca che tante tracce ha lasciato nel paese, delle moltissime etnie che lo popolano e di cosa voglia dire viverci da espatriata.

Alessandra Laricchia, classe 1978, una formazione universitaria rivolta agli studi diplomatici. Un viaggio in Namibia – la sua seconda volta in Africa – rimescola però le carte, spingendola ad abbandonare i suoi progetti di vita per seguire quel mal d’Africa che l’aveva così profondamente colpita e che lei chiama “malìa”, perché di malvagio non ha nulla. Tramite l’Associazione Italiana Esperti d’Africa ottiene il brevetto da guida safari e da qui inizia la spola tra l’Italia e Windhoek.  Il suo esordio editoriale avviene nel 2018 con Quando la Terra chiama, romanzo in parte autobiografico edito da Armando Curcio Editore. È anche presidente dell’associazione Café Africa.

Questa intervista si propone di raccontare una nazione salita solo recentemente alla ribalta nel panorama turistico. Cercheremo in particolare di sottolineare e mettere in evidenza gli aspetti che la distinguono dagli altri stati dell’Africa Subsahariana, ponendo l’accento sul passato coloniale, le varie etnie e gli sforzi per la conservazione della fauna e del territorio.

SCALETTA

  • Chi è Alessandra Laricchia, il suo percorso professionale e di vita.
  • Il primo viaggio in Africa.
  • Quando la Terra chiama. Cosa ha rappresentato quest’esperienza editoriale sul piano professionale e umano.
  • Una panoramica sulla Namibia.
  • La Namibia è un coacervo di etnie, molto diverse tra loro: il modo in cui questa diversità si riflette all’interno del tessuto sociale. Usi e tradizioni.
  • Le tracce, ancora oggi evidenti, del passato coloniale tedesco in Namibia.
  • Namib e Kalahari, i due grandi deserti namibiani.
  • La fauna namibiana. 
  • Gli incontri namibiani, il rapporto con la popolazione anche in riferimento alla vita da espatriata.

 

Leave a reply:

Your email address will not be published.

Site Footer